home  ben-essere  teatro-danza    

discipline orientali

e-motion arts academy




Le dieci forme più famose dello Shaolin kung-fu (Shaolin shi-da-ming-quan) sono le seguenti:

1) Xiao-hong-quan: La boxe della piccola onda del mare

Costituisce il modello iniziale fisso dello Shaolin kung-fu. Tutti i novizi devono imparare questa tecnica, perché ingloba gli elementi distintivi di tutti gli stili di combattimento Shaolin, e una volta appresa, costituisce una solida base. Il monaco raggiunge la Maestria in questa tecnica, quando i piedi seguono perfettamente i movimenti delle braccia, e la concentrazione mentale pervade il corpo da cima a fondo.

2) Da-hong-quan: La boxe della grande onda del mare

Da-hong-quan è il modello fondamentale stabilito, che con i suoi movimenti continui e morfologicamente aggraziati, rappresenta lo stile principale dello Shaolin kung-fu. Chiunque voglia intraprendere lo studio del combattimento libero (sanda), corpo a corpo (qin-na), e con le armi (wu-qi), dovrebbe cominciare con la tecnica Da-hong, che detiene la reputazione di essere “L’origine di tutto il kung-fu.” Poiché applica la meditazione (dhyana) all'arte marziale, è una tecnica invincibile.

3) Da Tong-bi-quan: La boxe della continuità

Secondo il Manuale dello Shaolin-kung-fu, redatto nel periodo della dinastia Song, fu il Venerabile Maestro Fu-ju che inserì la tecnica Tong-bi nel manuale. Il Tong-bi-quan evolve dal movimento degli arti superiori delle scimmie, di cui prende lo spirito ma non la forma.

4) Liu-he-quan: La boxe delle sei armonie

Liu-he significa: “tecnica di combattimento delle sei armonie”, che rappresentano i punti chiave dello Shaolin; tre armonie sono interiori e tre esteriori. Le tre armonie interiori sono: il cuore in armonia con la mente, la mente col Qi ed il Qi con la forza fisica (li); mentre le tre armonie esteriori sono: la mano in armonia col piede, il gomito col ginocchio e la spalla con l'anca. La tecnica Liu-he enfatizza la concentrazione e la circolazione dell’energia interiore Qi, e l’unificazione dei sei elementi.

5) Chang-quan: La boxe lunga

Lo Shaolin Tai-zu Chang-quan, appartiene allo stile della mano corta di Shaolin-Kaman. Nel Manuale dello Shaolin kung-fu, “Pugno lungo” vuole dire colpo di mano a breve distanza, mentre “Pugno corto” si riferisce al colpo di mano a lunga distanza. Questa tecnica di combattimento altamente sofisticata richiede almeno dieci anni di esperienza nel kung-fu prima di poter essere avvicinata.

6) Chang-hu-xin-yi-men-quan: La boxe della mente o per difendere il cancello del cuore.

E` un modello di partenza che rappresenta lo stile minore di Shaolin. Questa tecnica converte la difesa in attacco, il vuoto in pieno. In ogni azione di combattimento, una mano protegge sempre i punti vitali come: il cuore, il “Tempio”, il torace, lo Hui-Yin, o altri. Il principio fondamentale enfatizza che “La distanza è tollerabile, e che la difesa consiste nell’attacco”.

7) Qi-xing-quan: La boxe delle sette stelle.

Qi-xing-quan è lo straordinario modello di combattimento, eccellente e flessibile, della setta Qi-xing dell’Ordine Shaolin. Questo stile nasconde una forza tremenda che non manifesta completamente, intercetta la forza dell’avversario e contrattacca in modo fulmineo, perciò è estremamente efficace a corta distanza.

8) Mei-hua-quan: La boxe del fiore di susino

Si dice che Jinna-luo-Wang, il monaco cuoco del Tempio di Shaolin, inventò “Il pugilato del fiore di susino”. Proprio come il fiore di susino ha cinque petali uniti insieme, così in questa tecnica cinque stili contrastanti si connettono l'uno all'altro.

9) Pao-quan: La boxe del colpo di cannone

Denominato anche “Il re del combattimento”, Pao-quan è un modello obbligatorio per i monaci-guerrieri, insegnato soltanto nel Tempio Shaolin. La terminologia di questo stile di combattimento si riferisce sempre al cannone, l’arma da fuoco che spara con una tale potenza, da far tremare le montagne e prosciugare i mari.

10) Luo-han-quan: La boxe dei discepoli di Buddha

Lo stile dell’arhat è uno dei modelli iniziatici di Shaolin. Nella teologia buddista, l’arhat è l’anima realizzata, il mistico capace di vedere e sentire in tutte le direzioni. Questo stile combina i movimenti del leopardo, della tigre, del serpente, della gru e del drago. Dal leopardo prende la forza, dalla tigre la tenacia, dal serpente l’attenzione, dalla gru l’intelligenza e dal drago il portamento. Solo i praticanti di Shaolin più avanzati possono imparare questa tecnica, perché richiede un’immensa energia e prevede movimenti ad angoli ampi.

KUNG-FU TRADIZIONALE
18 FONDAMENTALI
18 ARMI CLASSICHE
STILI DEGLI ANIMALI

- SHAOLIN AUTENTICO
- SHAOLIN KUNG-FU
- DIFESA PERSONALE
- TAI-JI-QUAN
- YOGA
- QI-GONG